Lo Spazio

La genesi dello Spazio Brizzolari affonda le radici nella volontà di Giuseppe Brizzolari, fratello di Antonio, artista fiorentino scomparso nel 2016. Già nel 2015 Giuseppe fu coinvolto nella creazione di uno spazio che potesse ospitare le opere di Antonio; col procedere dei lavori ad Antonio venne il desiderio di trasformare questo spazio in uno aperto alla cultura in ogni sua accezione e senza pregiudizi; questo spazio Antonio lo avrebbe chiamato “La Piccola Atene”. Antonio Brizzolari ha lasciato centinaia di opere su tela, su carta, su tessuto, su lamiera. Ha trasmesso progetti dai quali sono state costruite riproduzioni in vetroresina, in cartapesta, in metallo e in ceramica; ha personalmente realizzato o personalizzato con interventi pittorici, vestiti, costumi e accessori per la moda, come cappelli e calzature. 

Ci ha tramandato pensieri, scritti e considerazioni sull’arte e su come l’arte ha fortemente caratterizzato la sua vita. “Io voglio meravigliare” diceva Antonio Brizzolari, e meravigliare è uno degli obiettivi dello Spazio Brizzolari. L’intento è soprattutto quello di allargare il concetto di museo ad uno spazio multifunzionale, pensato per accompagnare giovani studenti, bambini, ragazzi, persone amanti del fare, pazienti psichiatrici, disabili e persone con disagio sociale, nonché tutti coloro che lo

desiderino, verso un cammino artistico, artigianale,  cammino ludico - terapeutico, che offra contemporaneamente l’opportunità di fruire di un originale ambiente in cui cimentarsi concretamente con attività espressive sotto la guida di esperti. Lo Spazio Brizzolari vuole sovvertire i ruoli con un’immersione nei percorsi artistici, artigianali e di vita degli autori, ottenendo così uno spiazzamento liberatorio, punti di vista e di scoperta non convenzionali, liberazione dell’energia creativa, costruzione di reti, valorizzazione del bello proprio là dove meno ci si aspetterebbe di trovarlo: queste le linee guida e i valori che hanno ispirato lo Spazio Brizzolari.

 

La struttura che ospita lo Spazio si trova all’interno dell’area produttiva di Pianvallico (Scarperia e San Piero - prov. di Firenze), si tratta di un opificio risalente agli anni ’70 del secolo scorso e da oltre trent'anni rimasto inutilizzato. 

Come le opere di Antonio Brizzolari danno colore e forma all’animo umano, lo Spazio Brizzolari plasma con nuovo linguaggio architettonico un vecchio edificio industriale sgrammaticato, per donargli nuova vita con percorsi e ambientazioni capaci di accogliere, coinvolgere e sorprendere il visitatore.

Scopri di più su cosa aspettarti e sulla storia dietro il museo.

preview_museo (1).jpg

Lo spazio pensato per ospitare incontri, convegni, seminari con artisti e artigiani e laboratori.

preview_galleria (1).jpg

Incontro e scambio artistico e culturale, che ospita il Teatro e InConTrArti, uno spazio dedicato alla didattica.

preview_spazioformaazione (1).jpg