Colori

Di  Christiane Korte

I colori provocano reazioni nella fisiologia degli esseri viventi.

 

La cromoterapia, basata su leggi ottiche ed elettromagnetiche, viene utilizzata per riequilibrare o mantenere la stabilità della salute fisica, mentale ed emotiva. Applicati sotto forma di visualizzazione (meditazione o direttamente nel corpo sopra la parte del corpo sofferente) o come riflessologia, i colori possono aumentare o calmare il flusso di energia nel corpo, pulire, drenare, tonificare o svasare i tessuti.

Il fatto di scegliere o evitare un determinato colore è legato a diverse sensazioni piacevoli o meno, che le sue componenti cromatiche provocano.

L'attrazione o repulsione per un certo colore è probabilmente direttamente collegata all'ipotalamo, la parte del cervello che colpisce direttamente i centri nervosi e ghiandolari.

 

Associamo inconsciamente i colori alle parti del corpo; quindi se abbiamo un'esperienza spiacevole o traumatica, fisica o emotiva, il colore che preferiamo sarà quello che meglio si adatta alla parte di noi che penserà allo squilibrio provocato dal trauma.

 

Sentimenti, sensazioni e impressioni causate dai colori. La traccia e le forme sono il frutto dell'intelletto: i colori riflettono la magia dei sentimenti.

 

Rosso

Il colore rosso riflette, estate, energia, caldo; tonifica, fortifica, infiamma. Risveglia la sensualità, la sensazione di forza, agita e attira l'attenzione e. stimola il movimento. Il rosso evoca gli opposti: amore e passione, rabbia e violenza, forza creativa e distruttiva.

 

Arancia

È un colore positivo e materno che mostra sensualità, accoglie con generosità, gioia e ottimismo. È il colore del distacco del distacco e promuove l'apertura al mondo, risvegliando il desiderio di comunicare e condividere.

 

Giallo

Il giallo ricorda il sole, la luce, lo splendore intenso, la primavera, la dolcezza, il nuovo, il risveglio dell'intelletto (coscienza e saggezza) e l'ottimismo. È un colore che richiama la fiducia in se stessi e l'autostima; stimolare e soddisfare. Indica come reagiamo agli altri, mostra entusiasmo e desiderio di liberarci; eccesso significa stanchezza, distrazione, inquietudine e ci puoi portare a persistere nel vedere la situazione in modo superficiale per evitare grandi conflitti.


Verde

Ricorda la natura, la vita, la salute, l'equilibrio, l'armonia, ma può anche svalutare una personalità e portare irrequietezza. È il colore intermedio tra i colori caldi e freddi; si trova al centro dell'arcobaleno; conferisce stabilità, volontà, perseveranza. Il verde provoca una sensazione di pace e armonia. Questi sono i momenti di autonomia e transizione in equilibrio.

Celeste

Calma, rinfresca, dà un'impressione di grande spazio. Questo colore dà la sensazione di poter respirare liberamente, con la sua fluidità, di espandersi e oltrepassare i limiti, di muoversi, di fare delle scelte in base alla propria personalità. È il colore di chi cerca di migliorare la comunicazione con il mondo, con più autonomia, e di condividerlo. Ma anche di chi agisce in modo inspiegabile e inconscio.

 

Azzurro

L'azzurro dell'alba e del tramonto ispira serenità, pace e calma .; è il colore dell'intuitivo, dei sensitivi che vedono più lontano e anche dell'introspettivo. Il blu della notte, il mare profondo, l'armonia e anche la monotonia: cerchiamo questo colore quando sentiamo il bisogno di dormire, o di integrarci, quando vogliamo creare o ristabilire l'armonia con il mondo.

 

Viola

Il colore viola è l'ultimo dell'arcobaleno, evoca i misteri del cosmo, la conoscenza e la saggezza, l'orientamento, la giustizia e la forza della parola. È il colore della trasmutazione, della purificazione, e dove agli estremi si fonde, ricreando un'unità. Questo colore rappresenta l'infinito e il sacro.

 

ANTONIO E I COLORI

 

È mia opinione che Antonio sia un personaggio estremamente creativo, spontaneo e presente, ma che nasconde una certa irritazione mossa dalla sensazione di sentirsi legato a un mondo di dualità che non può controllare. Dimostra chiaramente, in varie opere, la dualità vissuta nella costante ricerca della conquista di uno spazio, senza doverne svelare i segreti più intimi, per non sentirsi indifesi. E, allo stesso tempo, è mosso dal desiderio di condividere i suoi sentimenti: un ego conflittuale che deve morire per lasciare che un altro si manifesti con la sua visione armonica. Nelle sue opere tanti occhi e tanti volti rappresentano il proprio ego, tante volte apprezzato e amato, e altri così odiati, rifiutati, immorali, che odiano essere controllati e che hanno problemi con l'autorità. Forse perché si sente in eterno conflitto con le sue convinzioni più profonde.

 

Molte volte si sente in colpa di esistere e vorrebbe scomparire, morire. Vedi generosità nel mondo esterno, ma anche monotonia. Ci invita a volare in un mondo misterioso, a volte divertente, a volte spaventoso. È incapace di spiegare ciò che nessuno crede più, ma le sue opere ci danno la sensazione che sappia che è necessario liberarsi della confusione e della dualità interna per creare un nuovo mondo armonioso e senza limiti, dove probabilmente lo troverai ora